Cameri (TMNews) - "Siamo contrari all'investimento, il paese ha altre priorità". A dare voce al no del Movimento 5 Stelle agli F35 è la deputata Emanuela Corda, che insieme ai colleghi di partito della Commissione Difesa Luca Frusone, Paolo Bernini e Tatiana Basilio ha visitato lo stabilimento Alenia Aermacchi nella base militare di Cameri, alle porte di Novara, dove ha preso avvio l'operazione di assemblaggio del primo F35 made in Italy.Luca Frusone ha ribadito che se l'Italia facesse un passo indietro sugli F35 non ci sarebbero penali da pagare."Ma sinceramente mi viene da ridere, se penso all'onore che abbiamo portato avanti due giorni fa col discorso di Alfano in Parlamento. Non so quale onore dobbiamo andare a mantenere".Ad attendere i deputati dopo la visita durata tre ore, nello spiazzo antistante la base, anche un manipolo di sostenitori del Movimento Cinque Stelle.