Roma, (TMNews) - Al Nord l'elettricità viaggia meglio che al centro sud. Lo afferma l'Autorità per l'energia, che ha realizzato la prima graduatoria nazionale delle società di distribuzione di energia elettrica. Una classifica definita sulla base del confronto fra numero e durata delle interruzioni, sia di diretta responsabilità del distributore sia per guasti causati provocati da altri.Le famiglie e i piccoli consumatori di energia elettrica, "che beneficiano della migliore qualità del servizio a livello nazionale - fa sapere l'authority - abitano prevalentemente al Nord, in centri urbani con oltre 50mila abitanti e sono riforniti da società di distribuzione con la maggior parte di rete interrata".In generale, "la situazione più favorevole per numero e durata di interruzioni riguarda circa 10 milioni di italiani che vivono nelle città con oltre 50mila abitanti", mentre le cose vanno peggio nei comuni più piccoli, sotto i 5mila abitanti, dove il 78% delle utenze (circa 8,5 milioni) "subisce oltre sei interruzioni in un anno".