Roma (TMNews) - Sessanta "castelli umani" in decine di città europee fra cui Londra, Berlino, Parigi e Roma, come iniziativa culturale e politica per per dire al mondo che i catalani vogliono decidere in libertà il loro futuro come popolo. Così anche al Gianicolo, sulla Piazza Garibaldi, si è innalzato un "castell", una torre umana composta di decine di persone. Dichiarati patrimonio immateriale dell'umanità dall'Unesco, i "castells" sono un'antica tradizione che consiste nel formare torri di più livelli composte di uomini, donne e bambini di origine ed età diverse.L'hashtag della manifestazione su Twitter, #CatalansWantToVote, si riferisce alla volontà dei catalani di poter decidere sul loro futuro in un referendum sull'indipendenza dalla Spagna, come quello che si terrà in Scozia il 18 settembre. La consultazione popolare è già stata indetta dal governo regionale della Catalogna per il 9 novembre, ma Madrid l'ha proibita. L'evento è stato organizzato da diverse entità della società civile dirette da Omnium Cultural, un'associazione culturale, con l'aiuto di migliaia di persone che hanno sostenuto economicamente l'iniziativa.