Chiomonte (Torino), (TMNews) - Al cantiere Tav di Chiomonte è entrata in azione la Talpa. Nel 'cunicolo esplorativo' della Torino-Lione è cominciato lo scavo della gigantesca fresa TBM, assemblata negli ultimi tre mesi, che è lunga 240 metri e pesante 380 tonnellate. Lo ha annunciato il direttore generale di Ltf, Marco Rettighieri. "Abbiamo messo in funzione la fresa che inizia a scavare, per noi è la chiave di volta. Iniziamo a scavare con tutte le garanzie per la sicurezza degli operai, per chi lavora e per l'ambiente".La fresa battezzata Gea scaverà in 20 mesi circa 7,3 chilometri. "E' tutto automatizzato, la fresa è progettata per procedere 10 metri al giorno ma contiamo di farne anche di più".Il sindaco di Susa Gemma Amprino, che nei mesi scorsi e stata oggetto di pesanti intimidazioni da parte di frange estremiste No Tav, spera che col procedere dei lavori le proteste diminuiscano. "Sono fiduciosa sul fatto che se le persone torneranno a dialogare ognuna nel rispetto dell'altro si giungera a risultati migliori di quelli che possono ottenere scontri e intimidazioni".