Hong Kong (TMNews) - Occhi bendati, manette ai polsi e solamente 45 minuti per scappare da una stanza buia. Si potrebbero immaginare distrazioni più rilassanti, ma per i giovani di Hong Kong sembra questo il passatempo preferito per combattere lo stress di una città ultra competitiva e sovrapopolata. "Abbiamo appena fatto l'esame di fine semestre - dicono questi ragazzi - ora abbiamo bisogno di un po' di distrazione". Per una botta di adrenalina basta raggiungere il "Freeing HK" nel quartiere di Monkok. Qui saranno riuniti in piccoli gruppi: da una stanza buia dovranno riuscire a trovare la via d'uscita attraverso un percorso a ostacoli. Da tre porte si può accedere a tre storie differenti: evasione dalla prigione, Lost o "Dr Alpha". Per uscire indenni, avranno a che fare con enigmi, codici da decifrare, indizi, labirinti laser, e in sottofondo il ticchettio angosciante del conto alla rovescia. Nato in Giappone, questo fenomeno è stato esportato anche in Cina, Stati Uniti e, con particolare successo, a Hong Kong. Ispirato a giochi simili sul web, nella realtà diventa un'esperienza molto più intensa. "Su internet si gioca da soli - dice una ragazza - Qui si fa con gli amici, è molto più interattivo e divertente".(immagini Afp)