Milano (askanews) - Il dibattito a Milano dal titolo "Vietato non calpestare le aiuole", organizzato nell'ambito dell'evento"A seminar la buona pianta", "è un'occasione utilissima per tornare a confontarsi sul modello agricolo italiano e sulla sfida della sostenibilità che bisogna vincere. Sono stati fatti tanti passi in avanti nonostante le difficoltà: in tante parti del paese abbiamo aumentato moltissimo le performance di sostenibilità dell'agricoltura. Siamo la prima agricoltura biologica d'Europa, si sono ridotti le emissioni e l'utilizzo dei pesticidi. Ora dobbiamo fare il salto di qualità, capire come un modello riesce ad assumere fino in fondo il tema della sostenibilità come grande fatto di competitività. Questo è un tema molto cruciale. E' un'occasione utile per provare a ragionare con tanti attori della filiera e delle azioni da mettere in campo per contribuire a questo sforzo. Sullo sfondo ci sono anche battaglie di tipo sovranazionale, europeo: penso al delicato tema del glifosato e alla verifica che dobbiamo fare in sede europea sulla sua compatibilità effettiva con le pratiche agricole. Sarà un'occasione utile per raccogliere nuove idee e segnare la prospettiva dell'impegno del ministero nel prossimo periodo": a parlare il ministro delle politiche agricole e forestali Maurizio Martina a margine dell'evento organizzato a Milano da Apoca, sul tema dell'agroecologia in città.