Kabul (TMNews) - "Mi piacerebbe vedere una rappresentanza dei talebani alle elezioni del prossimo anno. Sono invitati a partecipare; la Costituzione afgana prevede la partecipazione di tutti i cittadini alla vita politica, economica e civile del Paese e anche loro, da cittadini, ne hanno il diritto".Prove tecniche di pace, dopo un conflitto durato 12 anni, fra Afghanistan e ribelli talebani. Il presidente afgano, Amid Karzai durante la cerimonia a Kabul per il trasferimento del comando delle operazioni di sicurezza in Afghanistan dalla Nato alle autorità locali, alla presenza del numero uno della Nato Anders Fogh Rasmussen, ha annunciato l'invio di emissari nel territorio neutro del Qatar per negoziare con i ribelli talebani. Contemporaneamente i talebani afgani hanno annunciato l'apertura di un loro ufficio di rappresentanza a Doha per facilitare il negoziato con Kabul. Il tentativo di conciliazione, inoltre, sarà seguito con una partecipazione diretta anche dagli Stati Uniti, come ha fatto sapere un funzionario americano.In passato, i talebani hanno sempre rifiutato di incontrare il Consiglio nominato da Karzai, accusato dai miliziani di essere un burattino nelle mani degli Stati Uniti. Con il ritiro delle truppe occidentali dall'Afganistan entro la fine del 2014, tuttavia, diventa di importanza prioritaria evitare che si ripetano le condizioni per la ripresa della guerra civile.(Immagini AfP)