Kabul (TMNews) - L'Afganistan verso un governo di unità nazionale a prescindere da chi sarà proclamato vincitore delle presidenziali. I candidati alla guida dell'Afghanistan hanno trovato un accordo, con la mediazione del segretario di Stato americano John Kerry, che mette fine alla disputa sul risultato elettorale di giugno. La controversia tra i candidati Ashraf Ghani Ahmadzai e Abdullah Abdullah e le reciproche accuse di brogli, avevano provocato grandi manifestazioni di piazza."Non sto dicendo che siamo alla fine del percorso. Siamo all'inizio di una nuova fase. Il successo della mediazione politica dipenderà dalla sincerità di entrambe le parti e spero che ci sia" ha spiegato Abdullah."Le la nostra gente e i nostri sostenitori - aggiunto - saranno convinti della legittimità del processo, lo accetteranno come lo accetto io".I risultati definitivi delle elezioni saranno proclamati probabilmente a fine agosto. Secondo alcune fonti si profila una sorta di ticket tra i due sfidanti: il perdente alle presidenziali fra Abdullah e Ghani diventerebbe primo ministro.(immagini AFP)