Farah, Afghanistan (askanews) - I talebani, una galassia sempre meno omogenea. Per la prima volta dopo la designazione del mullah Akhtar Mansur alla testa del movimento integralista afgano, una fazione dissidente si è scelta un nuovo capo, come testimoniato da un video girato da un giornalista dell'Afp, rendendo più fragile e complicata l'eventuale ripresa dei negoziati di pace.La scelta del mullah Mohammed Rassul, governatore della provincia di Nimroz tra il 1996 e il 2001 nei giorni del regime talebano e parente dello scomparso leader carismatico del movimento, il mullah Omar, è stata votata nel corso di un'assemblea organizzata nel distretto rurale di Bakwa, nella provincia di Farah, nell'Afghanistan occidentale."Al mullah Mansur chiediamo due cose, ha detto Rassul. Prima di tutto, di interrompere immediatamente i contatti con gli americani e poi di nominare ai posti di comando i veri mujahidin, quelli che hanno combattuto con il mullah Omar contro i sovietici, allontanando chi non lo merita".La scelta del mullah Rassul nasce sulla spinta del risentimento di molti quadri talebani indignati dalla nomina, a loro avviso troppo precipitosa, del mullah Mansur dopo l'annuncio, dato con molto ritardo, della scomparsa del leader carismatico e indiscusso del movimento talebano, il mullah Omar, l'Emiro dei credenti afgani, secondo il titolo che gli era stato riconosciuto.(Immagini Afp)