Jalalabad, (askanews) - Esplosioni e colpi d'arma da fuoco si sono susseguite nei pressi del consolato indiano a Jalalabad, nell'Afghanistan orientale, in un quartiere dove hanno sede anche altre missioni diplomatiche straniere.Nell'assalto condotto da cinque guerriglieri è stata impiegata anche un'autobomba guidata da un attentatore suicida che ha distrutto diversi veicoli e mandato in frantumi i vetri degli edifici circostanti. Si tratta dell'ultimo di una serie di attacchi organizzati contro strutture indiane in tutto il paese. A gennaio un analogo attentato aveva avuto per bersaglio il vicino consolato del Pakistan."Il nemico ha attaccato il consolato indiano di Jalalabad" ha dichiarato Fazel Ahmad Sherzad, responsabile della polizia della provincia di Nengarhar. "L'attacco è stato condotto da cinque persone con l'ausilio di un'autobomba. La coraggiosa risposta delle forze di sicurezza ha permesso di eliminare i terroristi".Al momento nessun gruppo ha rivendicato l'attentato che è coinciso con la cerimonia di cambio del vertice Nato nel corso della quale il generale John Campbell ha ceduto il comando al subentrante pari grado John Mick Nicholson: "Non parlerò molto dei nostri nemici oggi" ha detto Nicholson. "Dovrò dire molto a loro riguardo nel prossimo futuro. Per ora mi limito a questo: so chi siete. Avete portato solo rovine e sofferenze a tutto il popolo afgano".(Immagini Afp)