Kabul (TMNews) - Molti giovani afgani scommettono sul futuro del loro Paese e rifiutano la scelta dell'emigrazione. Ma costruire un volto moderno e rinnovato per l'Afghanistan è una sfida non priva di rischi. Investire un milione di dollari in una sala da bowling in una delle città più incandescenti del mondo può non apparire un investimento sicuro sul futuro. Ma non per Faisal e la sorella.Il giovane afgano ha 23 anni ma è cresciuto in Olanda ed è ritornato a casa per contribuire al suo sviluppo. A finanziare la prima e per ora unica sala bowling di Kabul, un indirizzo molto popolare tra i giovani della capitale, è stata la sorella."Molti mi chiedono: 'ma sei sicuro di riprendere i soldi che hai investito?'. Ma per me e mia sorella quello che conta è che i giovani apprezzino il gioco. Questo ci basta, i soldi un giorno verranno".Le truppe occidentali se ne andranno entro la fine del 2014 e molti temono un ritorno immediato alla guerra civile ma gruppi sempre più consistenti di giovani, più o meno spericolatamente, manifestano un ottimismo in controtendenza."Non so se saremo abbastanza per cambiare il corso degli avvenimenti - spiega una 25enne laureata a Oxford. Tutto dipende dalla stabilità che il paese potrà garantirci per crescere, confrontarci e lavorare insieme".Per tutti la parola d'ordine è non disertare, emigrando dopo il ritiro della Nato."Non penso mai a lasciare l'Afghanistan - aggiunge una giovane documentarista. Quando vado all'estero, anche per un paio di settimane, sento una nostalgia violenta per Kabul, per il mio Paese, per la mia gente. Ogni tanto mi dico che è folle continuare a vivere qui. Ma non dura mai a lungo. Io amo il mio paese".In Afghanistan scommettere sul futuro resta un'impresa per cuori forti.(Immagini Afp)