Mar Mediterraneo (askanews) - Un uomo aggrappato ad una barca per non annegare viene tirato fuori a braccia dal mare e messo in salvo. Un scena drammatica che si è ripetuta centinaia di volte nelle ultime ore, durante le quali la Marina militare italiana ha salvato quasi 600 persone, tutti migranti a bordo di un barcone che si è rovesciato al largo delle coste della Libia.

Sullo sfondo si intravede il barcone mezzo affondato, carico di persone, troppe, un numero tanto elevato da provocare l'affondamento del mezzo precario. Tutt'intorno ci sono i canotti di salvataggio e i salvagente lanciati dai militari italiani per aiutare i migranti caduti in mare.

Cinque delle persone a bordo non ce l'hanno fatta, il mare ne ha restituito solo le salme, ma altre centinaia sono salve e in viaggio verso Lampedusa dove verranno curate e accolte.