L'Aja (askanews) - Una maxi truffa nei cieli passando dalla rete. Oltre 200 segnalazioni, l'arresto di 117 viaggiatori e la denuncia a piede libero di altri 281. E' questo l'esito dell'operazione dell'Interpol "Global Airport Action", che ha visto interessati 84 scali di 45 Paesi di tutto il mondo. La frode è stata scoperta grazie al capillare controllo dei passeggeri muniti di titolo di viaggio acquistato attraverso l'utilizzo indebito di carte di credito, da circa 60 Compagnie aeree. Il fenomeno, nel biennio 2012-2013 ha subito un incremento del 24% e i danni stimati ammontano a circa un miliardo di dollari l'anno, per un totale di circa 300mila transazioni (pari a 840 al giorno)."Il problema è che il volume di questo business criminale è molto ampio e si diffonde rapidamente, ma è molto difficile da individuare i truffatori a causa dei molteplici canali, soprattutto on-line con cui si possono acquistare i biglietti aerei" spiega il capo Europol Rob Wainwright.Gli aeroporti italiani interessati sono stati quelli di Milano Venezia, Roma, Napoli e Catania.(immagini AFP)