Damasco, (TMNews) - Un accordo che non ha precedenti nel conflitto siriano è stato siglato tra i gruppi ribelli e il regime di Damasco per consentire il ritiro di circa 2.250 fra combattenti, civili e feriti dalla Città Vecchia di Homs. L'evacuazione dovrebbe iniziare entro le prossime 48 ore, secondo quanto reso noto dal governatore della provincia, Talal al-Barazi, che ha condotto le trattative.Il governatore, che si rifiuta di parlare di "accordo" e preferisce utilizzare il termine "iniziativa", ha spiegato che vi sono ancora dei problemi logistici da risolvere, come "l'itinerario appropriato, la scelta delle persone per garantire la sicurezza del convoglio, i punti di controllo sulla strada e il disinnesco delle mine posate dai ribelli nella Città Vecchia".Terza città del paese, Homs occupa una posizione strategica al centro del territorio siriano. Prima dell'inizio della crisi nel 2011, la città contava 800.000 abitanti, 65% sunniti, 25% alawiti, 7% cristiani e 3% sciiti.