Roma, (askanews) - Alla guida dei negoziati europei sulla Grecia, la cancelliera tedesca Angela Merkel da questa settimana è oggetto di forti critiche in alcuni paesi europei, ma continua a incassare consensi in Germania. E' quanto afferma la politologa tedesca Sabine von Oppeln, mentre il Bundestag, la camera bassa del Parlamento tedesco, si appresta a votare (venerdì 17 luglio) il nuovo pacchetto di aiuti alla Grecia. "Otterrà la maggioranza, con il sostegno dell'opposizione. Ci saranno sicuramente delle divergenze, ma ci saranno altri che accoglieranno le richieste di Merkel", ha spiegato la politologa, secondo la quale, nonostante le critiche, in Germania c'è una grande diffidenza nei confronti dei greci: "Se guardiamo i sondaggi o ai commenti sulla stampa, ci sono delle voci critiche, ma a predominare sono soprattutto i consensi per Frau Merkel. Ciò significa che le posizioni che Merkel ha mantenuto nelle trattative sono le posizioni che trovano consenso in Germania".Al termine di 17 ore di negoziato, il 13 luglio i 19 leader dell'eurozona hanno approvato l'accordo per un nuovo piano di aiuti ad Atene, scongiurando lo spettro della "Grexit": circa 86 miliardi di euro spalmati nei prossimi tre anni in cambio di pesanti riforme.(immagini Afp)