Roma, (askanews) - "E' stato un grande risultato per l'Europa. Facendo venire meno tutte le condizioni giuridiche, il Parlamento europeo ha ratificato un accordo internazionale ancora prima che tutti i paesi dell'Unione, al loro interno, lo facessero". Il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, ha commentato, a margine di un incontro all'Anci, la ratifica da parte del Parlamento europeo dell'Accordo di Parigi.

"Questo lo dico - ha aggiunto - non tanto per esaltare la parte giuridico e buracratica, ma per dire quando i paesi europei, compresa l'Italia, credono in Parigi 2015, cioè nel grande accordo raggiunto in Francia".

Secondo Galletti "è successa una cosa straordinaria, per Kyoto passarono 8 anni, nonostante in quell'accordo per molti paesi non erano previste riduzioni di emissioni. Per l'accordo di Parigi, dove tutti i paesi si sono impegnati a ridurre, entra in funzione in 8-9 mesi: è una cosa straordinaria.

Fra l'altro ieri, anche il Consiglio dei ministri ha approvato la ratifica, quindi credo che in tempi brevi anche il Parlamento procederà alla ratifica definitiva".