Napoli, (TMNews) - "L'Italia spinge per il processo di pace e che anche gli Stati Uniti sono determinati. Israele colga questa occasione ghiotta, in futuro potrebbero non esserci occasioni simili".Abu Mazen, presidente dell'Autorità nazionale palestinese, parla dalla sala dei Baroni del Maschio Angioino a Napoli, città di cui è diventato cittadino onorario. Un riconoscimento fortemente voluto dal sindaco partenopeo, Luigi De Magistris, che ha ribattezzato questa come una giornata storica."Noi siamo amici della comunità palestinese ed ebraica. Vogliamo due Stati autonomi e indipendenti. Napoli vuole avere, nel suo piccolo, un ruolo da protagonista nel Mediterraneo".Abu Mazen durante il suo intervento ha sottolineato che per una pace duratura con tutti i Paesi arabi e islamici Israele dovrebbe ritirarsi dai Territori occupati che non gli appartengono. A quel punto "tutti riconosceranno a Israele la pace duratura, tutti i Paesi islamici, non solo la Palestina".Il presidente dell'Anp, che ha rivolto un saluto "all'amico Giorgio Napolitano", ha a sua volta invitato in Palestina il sindaco De Magistris, con cui ha definito una serie di iniziative tra la città di Napoli e le città di Nablus, Gerico, Betlemme e Gerusalemme.