Roma, (TMNews) - Aumento dei daspo e sospensione delle gare, se necessario, per mantenere l'ordine pubblico. Sono due delle misure da adottare secondo il presidente della Figc Giancarlo Abete contro gli episodi di razzismo negli stadi. Come quello accaduto a Busto Arsizio durante un match tra Pro Patria e Milan sospeso dopo le offese ai danni del giocatore rossonero Kevin Prince Boateng."Da parte della Federazione - ha detto Abete - c'è la massima condivisione di ogni valutazione che porti a un'ulteriore rigore contro eventi del genere negli stadi".Abete ha parlato al termine dell'incontro con il capo della polizia Antonio Manganelli al Viminale. Secondo il numero uno della Federcalcio di fronte a eventi di violenza e razzismo non ci sono questioni di calendario calcistico che tengano."Il problema - ha concluso - è allontanare dagli stadi tutti quelli che inquinano la dimensione di una convivenza civile e sportiva della gran parte degli spettatori".