Roma, 7 lug. (askanews) - Calcio e cinema si prestano alle metafore: così Diego Abatantuono spiega che un film deve avere una grande storia più che grandi interpreti, proprio come l'Italia di Conte...

"Quando tu fai un film se la storia non funziona puoi salvarti in corner, puoi pareggiare ma per vincere ci vuole una storia forte, gli interpreti giusti e il regista giusto. Sono componenti, come dice il vecchio Arrigo Sacchi che ha sempre preso ad esempio il cinema per parlare di calcio; io prendo il calcio per parlare di cinema. L'Italia di Conte ha dimostrato che anche con interpreti di non altissimo livello si può portare a casa un grande risultato, siamo qui per questo" ci ha detto l'attore.

E chi vincerà gli Europei? "Eh non lo so. Oramai sono decisi dai gironi in gran parte, se avessimo trovato altre squadre saremmo ancora lì. Può vincerlo chiunque, io mi auguro che lo vinca chi meno se lo meriterebbe sulla carta e quindi l'Irlanda. Ah, non c'è più?".