Tokyo (askanews) - Nel mercato del pesce di Tokyo è stata celebrata la tradizionale prima asta dell'anno nuovo: un tonno rosso di 180 chili è stato venduto per 4,5 milioni di yen, 37.500 dollari, a Kiyoshi Kimura, il proprietario di una popolare catena di ristoranti di sushi.Il Giappone è uno dei più grandi consumatori di pesce crudo, ma la domanda è in crescita in tutto il mondo, un successo culinario che mette seriamente a rischio la sopravvivenza del tonno rosso. Greenpeace è da sempre in prima linea per combattere la pesca selvaggia."Il tonno del pacifico è stato classificato come specie a rischio - spiega Junichi Sato, direttore di Greenpeace Giappone- e ormai il 96% del tonno è scomparso dall'Oceano. Quindi se non prendiamo provvedimenti immediati potremmo non vedere questo tipo di asta in futuro"Il problema, osserva Greenpeace è che nel 98% dei casi vengono pescati pesci troppo giovani, eliminandoli si toglie qualsiasi speranza che la specie possa riprodursi.(Immagini Afp)