Un evento che e' diventato importante non solo per gli appassionati, ma soprattutto per gli importatori, come punto di riferimento per individuare i “benchmark” della qualità: il concorso internazionale di olio di oliva Japan Olive Oil Prize (JOOP), giunto alla sua quinta edizione, si e' ormai affermato come uno dei principali concorsi internazionali. Organizzato dalla Camera di Commercio italiana in Giappone dal 2013, ha come obiettivo quello di dare riconoscimenti e visibilita' ai migliori oli extra vergine di oliva di ogni provenienza, stimolando e pubblicizzando l'impegno delle imprese nel continuo miglioramento qualitativo dei loro prodotti. Il JOOP conta su una giuria di cinque giudici certificati e di caratura internazionale, supervisionati da Pietro Paolo Arca, tecnologo alimentare. Quest'anno dopo un'analisi sensoriale rigorosa di oltre 150 oli - effettuata dalla giuria in modo anonimo, ossia senza conoscerne l'origine, con decisioni all'unanimita' - sono stati proclamati i vincitori del JOOP - 26 prodotti di eccellenza - tra oli provenienti da Italia, Francia, Nuova Zelanda, Turchia, Spagna, Grecia, Croazia e Stati Uniti. Nella categoria Light, oro a Riflessi (Società Agricola Fonte di Foiano); nella categoria Medium, oro a Menage a Trois (Massimo Mosconi Emozioneolio); nella categoria Strong, oro a Olivastro (Azienda Agricola Quattrociocchi Americo) Leggi l’articolo