Tarfaya (TMNews) - Questo è il campo eolico di Tarfaya, in Marocco, ai confini del deserto del Sahara. È appena entrato in attività ma quando sarà completato, con le sue 131 turbine distribuite su 10mila ettari di terreno e 300 megawatt di energia prodotti, sarà il più grande del continente africano."Al momento sono state montate 88 turbine su 131 - spiega Mohammed Sebti, direttore divisione energia della società Nareva, incaricata del progetto - 44 sono invece quelle già collegate alla rete interna. Il completamento dell'impianto dovrebbe avvenire nell'ottobre del 2014, come inizialmente previsto".Il governo marocchino ha avviato un importante progetto energetico eco-sostenibile da oltre 800 megawatt, abbastanza per sostenere il fabbisogno di oltre 7 milioni e mezzo di abitazioni, puntando anche a rafforzare l'economia con l'indotto, ovvero la produzione in Marocco delle navicelle, delle pale eoliche e di altri prodotti. Un business da miliardi di dollari."Il progetto del Marocco è a lunga scadenza - aggiunge Mohammed Brahimi, responsabile della costruzione dell'impianto - l'obiettivo è arrivare a ottenere il 42% dell'energia da fonti rinnovabili entro il 2020".Entro questa data un totale di 4mila megawatt proverranno da impianti solari ed eolici, limitando le importazioni di idrocarburi. Il parco eolico di Tarfaya alla fine costerà circa 500 milioni di euro e impiegherà stabilmente almeno 50 persone tra ingegneri e operai.(Immagini Afp)