Roma, (askanews) - E' caos nel centrodestra per la scelta del candidato nella corsa al Campidoglio. L'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso si è detto molto soddisfatto del risultato delle cosidette "gazebarie" in cui ha superato di molto i 40mila voti, "cifre che nessuno immaginava" ha dichiarato, ma che non sono bastate comunque a convincere Matteo Salvini.Giorgia Meloni ha spiazzato tutti chiedendo un incontro risolutivo con Silvio Berlusconi e Salvini e dicendosi pronta a mettere a "disposizione anche la sua candidatura come gesto di amore e responsabilità". Secondo Meloni "Bertolaso può essere un buon candidato e un buon sindaco se riesce a unire le forze di centrodestra. E se riesce a vincere le perplessità che ancora diverse persone hanno, Fratelli d'Italia sarà con lui come ha fatto dall'inizio" ha chiarito.Ma Salvini, tira dritto nel suo no a Bertolaso. "Se invece Giorgia Meloni decidesse di candidarsi noi la sosterremo" afferma. Ferma però anche la posizione dell'ex capo della Protezione civile che in un'intervista a Il Tempo ha sottolineato: "Se la Meloni scende in campo ne parleremo anche con lei, valuteremo e verificheremo. Tenendo presente i 40, 45 mila romani che si sono presentati spontaneamente ai gazebo e hanno espresso le loro opinioni e anche il loro desiderio. Un ticket Bertolaso-Meloni è improponibile". E aggiungendo: Salvini faccia la sua strada, si occupi dei problemi che vuole studiare. Noi andiamo benissimo avanti senza di lui".