Roma, (askanews) - Altissime misure di sicurezza attorno ai giochi olimpici di Rio de Janeiro: 50mila fra soldati e poliziotti sono dispiegati nella città e attorno al complesso olimpico. Uomini in mimetica armati di mitra sono agli angoli delle strade e le camionette dell'esercito sono visibili ovunque, mentre gli elicotteri pattugliano il cielo della città.

L'arresto di dieci brasiliani sospettati di progettare un attentato ha ravvivato i ricordi del tragico attacco palestinese alle Olimpiadi di Monaco, con l'uccisione di 11 atleti israeliani; era il 1972.

I presunti attentatori di Rio secondo il ministero della Giustizia federale erano dilettanti disorganizzati e non avevano obbiettivi specifici. Ma il clima internazionale, fra la strage di Nizza e la serie di attacchi avvenuti in Germania, continua a tenere alto l'allarme.

La sicurezza a Rio protegge i siti turistici, gli snodi dei trasporti e naturalmente gli impianti sportivi.