Rio de Janeiro, (TMNews) - Fuochi d'artificio sul Maracanà di Rio de Janeiro per la grande festa della Germania. Sotto gli occhi della cancelliera Angela Merkel, seduta in tribuna, la Nazionale tedesca vince il quarto Mondiale, prima europea a trionfare in Sudamerica. Una finale decisa ai supplementari dal gol di Mario Goetze che fa esplodere la gioia dei 250mila tifosi tedeschi riuniti davanti alla Porta di Brandeburgo di Berlino.Se nella capitale tedesca iniziano i canti e i balli e partono i classici caroselli per le strade con le bandiere in pugno, tra i 100mila tifosi argentini arrivati in Brasile per assistere alla finale impera la delusione. Messi conquista il premio di migliore giocatore del Mondiale ma fallisce nel compito di guidare la sua Nazionale verso la vittoria. "Abbiamo giocato molto bene ma abbiamo avuto sfortuna alla fine, nel primo tempo avrebbero potuto segnare" dice questo tifoso.A Buenos Aires le bandiere argentine non smettono di sventolare, nonostante la sconfitta. La delusione di alcuni gruppi di hooligans si manifesta con violenze: i vandali hanno preso di mira negozi e monumenti, la polizia è intervenuta con cannoni ad acqua e il lancio di gas lacrimogeni e proiettili di gomma. Il bilancio degli scontri è di 60 arresti e 20 agenti feriti.(immagini Afp)