Roma (TMNews) - Un inno alla grandezza per un grande uomo, che è già di diritto nei libri di storia. A 24 ore dalla sepoltura di Nelson Mandela, è stata inaugurata a Pretoria una statua alta nove metri dell'ex presidente del Sudafrica, il simbolo della lotta anti-apartheid morto lo scorso 5 dicembre all'età di 95 anni.Un evento dal profondo valore simbolico, celebrato in una giornata di festa dedicata alla riconciliazione. Il monumento è stato ufficialmente inaugurato dal presidente Jacob Zuma alle pendici dell'Union Buildings, la sede del governo a Pretoria dove Mandela divenne nel 1994 il primo presidente nero del Sudafrica. La statua, ha detto Zuma, "denota che oggi il Sudafrica è un Paese democratico. Abbraccia tutta la nazione. Avanza verso il Paese dicendo 'fateci procedere insieme, fateci unire'. Questa è l'interpretazione del cambiamento, di come si sta lavorando su questo aspetto". La cerimonia di inaugurazione ha inoltre celebrato il centenario dell'edificio dove i capi di stato dell'epoca dell'apartheid firmarono molte delle legge razziali contro cui Mandela ha lottato per la maggior parte della sua vita. "Sì Mandela ha una storia di battaglie ed è vero, è stato un soldato", "Ma volevamo creare una figura pacifica che abbracciasse tutta la nazione, l'intero Sudafrica. Penso che la sensazione che abbiamo avuto per la scultura è cambiata un po', perchè è più di un'opera commemorativa, è più preziosa", ha confermato lo scultore, Andree Prinsloo.