Roma, (TMNews) - Sotto le sue pale sempre in movimento nel cuore di Pigalle, il Moulin Rouge, la culla del Can-can immortalata dal pittore Toulouse Lautrec, festeggia i suoi 125 anni potendo vantare in piena crisi una salute di ferro.Dietro le quinte Mistinguett, La Goulue "golu", Nini "Gambe all'aria" e Josephine Baker, le leggendarie ballerine che calcarono il palcoscenico del grande cabaret, sembrano portare fortuna alle loro eredi:tutte obbligatoriamente diplomate in danza classica e di non meno di 1 metro e 75 di altezza. Con due show consecutivi giornalieri, 365 giorni all'anno, per un totale di 1.800 posti, il decano francese dei cabaret registra quasi sempre il tutto esaurito.Uno dei simboli più fotografati di Parigi, il Moulin Rouge accoglie 600.000 spettatori ogni anno, la metà dei quali sono turisti stranieri, soprattuttto cinesi, russi e americani. L'anno scorso il volume d'affari del cabaret che dà lavoro a 450 persone, ha raggiunto i 65 milioni di euro.