Roma, (askanews) - Monaco di Baviera, l'associazione umanitaria Diakonia è sepolta dalle donazioni per i profughi: una gara di solidarietà degli abitanti, vestiti, oggetti di prima necessità per bambini e neonati, alimenti secchi. Solo il 31 agosto e primo settembre la polizia ha registrato l'arrivo in Baviera di 3.500 profughi. La popolazione ha risposto con generosità, tanto che diversi centri come la cattolica Caritas hanno chiesto di smettere di portare doni perché non sono più in grado di gestirli. Anche la stazione di Monaco ha chiesto ai bavaresi di interrompere il flusso delle donazioni.Secondo il piano di distribuzione del governo federale, il Land tedesco che accoglierà il maggior numero di profughi, oltre il 21%, è la Renania Westfalia; la Baviera però è seconda con un previsto 15,33%.