Milano, (askanews) - Un pieno di energia in 20 minuti, compatibilità con tutti i veicoli elettrici e rispetto dei più alti standard di sicurezza. È la nuova colonnina Fast Recharge installata da Enel presso il distributore Ip a Cormano in provincia di Milano, la prima di 30 che saranno posizionate sulla Roma-Milano, una ogni 60 chilometri circa, nell'ambito del progetto Eva+ coordinato da Enel e co-finanziato dalla Commissione Europea a cui partecipano Verbund, Renault, Nissan, Bmw e Volkswagen.

La colonnina Fast Recharge Plus adotta una tecnologia interamente sviluppata da Enel e l'obiettivo è di installarne 180 nei prossimi 3 anni lungo le strade ad alta percorrenza. Un obiettivo che si inserisce nel più ampio piano sempre triennale di Enel che prevede di installare fino a 12mila colonnine di ricarica in tutta Italia. Francesco Venturini direttore della divisione Global e-Solutions di Enel: "Bisogna dotare l'Italia di un'infrastruttura moderna perché queste auto elettriche che si stanno affacciando sempre più velocemente sul mercato possano effettivamente circolare".

La mancanza di incentivi è fra i fattori che frenano la diffusione dell'elettrico in Italia, come ha spiegato il direttore comunicazione di Renault Italia, Francesco Fontana Giusti: "Sono 3 i freni all'acquisto di un veicolo elettrico: l'autonomia che stiamo risolvendo, 400 km su Zoe sono più che sufficienti, nel 2024 arriveremo a 600 km; la rete infrastrutturale e qui piano piano si sta accelerando; e chiaramente gli incentivi, la parte dolente che fa si che il mercato italiano sia il fanalino di coda in Europa. Parliamo di uno 0,1% del mercato che è elettrico a oggi ed è ancora insufficiente".

Sul fatto che la mobilità elettrica sia la risposta più efficace al problema dell'inquinamento non ci sono dubbi, come ha spiegato il direttore comunicazione di Nissan Italia, Luisa Di Vita: "La mobilità elettrica è a zero emissioni, quindi è l'unica soluzione possibile per rispondere alle esigenze di miglioramento climatico. Inoltre da un punto di vista tecnologico sta migliorando sia la capacità di ricarica che l'autonomia delle vetture, quindi siamo in grado di percorrere la distanza fra Roma e Milano con solo 2 stop di ricarica".