Milano, 14 dic. (askanews) - L'ex Chiesa di Via Pace 9, all'interno del Policlinico di Milano, apre oggi le porte all'accoglienza di 20 persone senza fissa dimora che stazionano abitualmente all'intero del Policlinico. E' il risultato all'inziativa messa in campo da Progetto Arca con la collaborazione della Fondazione Ca' Granda Policlinico di Milano. A ogni ospite del centro saranno garantiti due pasti, una fornitura completa di indumenti e biancheria, e kit per l'igiene personale. Luigi Macchi, direttore generale della Fondazione Ca' Granda Policlinico Milano: "Inizieremo con 20 posti letto, poi vedremo com'è l'affluenza. Sicuramente l'idea è quella di togliere dai reparti i senza fissi dimora e collocarli in questa struttura.L'obiettivo di Progetto Arca, è quello di inserire i senza fissi dimora in percorsi concreti di integrazione sia lavorativa sia abitativa, come ha spiegato il presidente Alberto Sinigallia: "L'idea è che questo sia un hub di partenza non tanto uno stazionamento per cui saremmo contenti che i 20 posti diminuiscano e non aumentino. Perchè se aumentano vuol dire che non siamo riusciti ad allontanare le persone dal Policlinico e questo sarebbe un problema".Per gli ospiti della Chiesa-Centro, le porte si aprono la sera alle 17, mentre il giorno dopo l'uscita è fissata entro le 9. In caso di condizioni precarie di salute, sarà invece garantita all'ospite un'accoglienza in un'altra struttura attrezzata di Progetto Arca.