Roma, (askanews) - Dopo l'ennesima tragedia nel Canale di Sicilia, costata al vita a 29 profughi subsahariani, sull'isola di Lampedusa sono arrivati gli agenti della polizia scientifica di Palermo per le procedure d'identificazione dei cadaveri.I corpi delle vittime sono al momento sistemati nel vecchio aeroporto della maggiore delle Pelagie, dove i poliziotti sono al lavoro. I morti verranno smistati in diversi cimiteri della provincia di Agrigento, ma i tempi della loro sepoltura sono legati alle indagini che la Procura della città dei templi ha avviato con l'accusa, a carico d'ignoti, di omicidio plurimo.