Ginevra (askanews) - A Ginevra si gioca il futuro della Siria. Qui rappresentanti dell'opposizione siriana hanno incontrato per la prima volta l'inviato Onu per la Siria, Staffan de Mistura. Sono previsti colloqui, separati, anche con i rappresentanti del governo di Assad, alla ricerca di una difficile soluzione per fermare la guerra civile.Un'emergenza di cui i civili pagano il prezzo più alto senza ricevere un aiuto adeguato dai paesi ricchi, denuncia Oxfam. L'associazione umanitaria accusa la comunità occidentale di finanziamenti così bassi per la popolazione che possono essere considerati solo simbolici. "Più soldi e meno bombe", chiede Oxfam in vista della conferenza dei donatori in progamma il 4 febbraio a Londra. Fondi necessari per aiutare "i rifugiati che vivono in una trappola mortale. Non ricevono sufficienti aiuti, non possono lavorare, non hanno validi permessi di residenza". Condizioni in cui è impossibile mantenersi in vita senza aiuti.