Genova (askanews) - Voleva recarsi in Siria per unirsi alle fila di Jabat al Nusra, per questo a Genova è stato arrestato un giovane siriano per associazione e arruolamento con finalità di terrorismo.

Si tratta di un 23enne residente a Varese, attualmente disoccupato, che aveva in programma di tornare in patria per combattere con le milizie di al-Nusra; è accusato di essere un reclutatore di jihadisti.

L'indagione che è partita dai suoi contatti con cinque persone in Liguria, ha portato a diverse perquisizioni in centri islamici di preghiera a Genova e Rapallo e nelle abitazioni dei cinque. Secondo quanto accertato dagli investigatori, il viaggio verso la Siria sarebbe stato imminente: per questo, a fronte del "pericolo di fuga", è stata emessa la misura precautelare del fermo. Non sembra, invece, che progettasse attentati da attuare in Italia.