Firenze (TMNews) - La città di Firenze ha finalmente il suo Museo del Novecento: l'idea originaria, che era stata lanciata dallo storico dell'arte Ludovico Ragghianti all'indomani dell'alluvione del 1966, ha preso corpo nel complesso delle Leopoldine in piazza Santa Maria Novella. Suddiviso in 15 ambienti espositivi, il museo ospita circa 300 opere attraverso un percorso che dal 1990 risale ai primi anni del ventesimo secolo. Il sindaco di Firenze Dario Nardella."Questo museo era atteso da cinquanta anni - ha detto il sindaco - Oggi diventa la casa del Novecento: qui custodiamo le collezioni di artisti moderni che sono giunte a Firenze".Tra gli artisti più importanti Giorgio De Chirico, Giorgio Morandi, Emilio Vedova, Renato Guttuso fino al maestro delle scritte al neon Maurizio Nannucci. "Un tributo al Novecento e all'Italia per un patrimonio culturale che deve essere sempre più conosciuto e goduto".Le opere sono inserite nel contesto e nel clima in cui nacquero attraverso un percorso multimediale con approfondimenti che spaziano dal cinema, alla musica e alla letteratura dell'epoca.