Roma, (askanews) - Nelle acque di Cipro, al largo del porto di Larnaka, c'è un tesoro che fa la gioia dei sub. E' il relitto della nave da cargo svedese Zenobia, che affondò qui durante il suo viaggio inaugurale nel 1980, fortunatamente senza vittime, a soli 1,5 km dalla costa. Una sorta di Titanic del Mediterraneo.Il relitto di quasi 200 metri è rimasto intatto e si è trasformato in un reef artificiale con molte specie di pesci e di coralli, tanto da essere considerato tra i migliori siti per le immersioni al mondo e attira appassionati un po' da tutti i paesi.Come Andrei, 16 anni, ma già con 205 immersioni all'attivo, arrivato dalla Russia:"Questo è uno dei più grandi relitti al mondo, è davvero bello, qui il tempo è buono, non ci sono correnti pericolose, puoi esplorare tutta la nave senza problemi".La temperatura dell'acqua infatti oscilla tra i 16 e i 27 gradi durante l'anno e il fondale è a 42 metri di profondità. Condizioni ideali che hanno contribuito a incrementare il turismo subacqueo. E il governo pensa di costruire il reef tutto intorno per sviluppare ulteriormente questo settore vedendone le potenzialità. Come conferma Nicos Kouyialis, ministro dell'Agricoltura e dell'Ambiente:"Stiamo lavorando per creare una serie di aree marine protette e barriere coralline artificiali, investiremo nell'area intorno al relitto".(Immagini: Afp)