Roma, (askanews) - Neve artificiale nella storica Piazzetta, insieme all'accensione delle luminarie e dell'abete ecologico. Capri ha dato così il via ufficiale alle feste natalizie. E in una piazzetta gremita si è rinnovato il gemellaggio tra l'isola e la Val di Sole, una simbolica unione tra mare e montagna che va avanti ormai da 16 anni.Presenti sul palco, a rinsaldare il gemellaggio, il sindaco di Capri Gianni De Martino e i sindaci e gli amministratori dei comuni della rinomata località sciistica del Trentino.Un'unione anche culinaria e gastronomica, con gli studenti del centro di formazione professionale Enaip alberghiero e ristorazione di Ossana e i ragazzi dell istituto alberghiero "Axel Munthe" di Capri, che hanno offerto un particolare menù, connubio tra mare e montagna: ricette capresi realizzate con prodotti tipici trentini come la parmigiana di melanzane con casolet e gamberi, raviolo caprese fritto con Trentingrana, speck e basilico e orzo cotto nella sua essenza con pezzogna, lucanica e mele Golden.