Milano (TMNews) - Si dice che il battito d'ali di una farfalla possa provocare un uragano dall'altra parte del mondo. Ma forse non è per andare alla scoperta dei misteri insondabili della teoria del caos che un insegnate francese in estate, da 19 anni, si reca in Pakistan a caccia di farfalle dell'Himalaya.Jerome Pages ha una missione. Per questo sfida il pericolo dei talebani, notoriamente poco comprensivi nei confronti di stravaganze non ortodosse. E da vent'anni passa le vacanze estive nei più remoti angoli del Pakistan settentrionale in cerca di farfalle rare."Qui non sono state fatte ricerche sistematiche e c'è sempre la speranza di trovare una farfalla sconosciuta, l'araba fenice di ogni cercatore. In Francia tutto è catalogato e certificato da oltre un secolo. Nessuna possibilità di scoprire qualcosa di nuovo".Questa volta è salito sino a 2.400 metri per trovare un esemplare particolare, livrea nera a macchie rosse, stanziale in India e mai trovata in Pakistan. Un brivido autentico per ogni butterfly-watcher che si rispetti.Le nuvole basse non aiutano e la caccia si rivela deludente. In compenso, Jerome ha attirato l'attenzione di alcuni poliziotti. Da queste parti poco tempo fa alcuni alpinisti stranieri sono stati vittime di un atroce attentato e le forze di sicurezza sono in allerta."Quando un posto è non diciamo pericoloso ma dove serve comunque un minimo di sicurezza, mi trovo spesso ad andare a caccia di farfalle con uno o due poliziotti di scorta".Nonostante i rischi, ne vale pena. E Jerome è determinato a continuare la sua ricerca, all'inseguimento di un'effimera bellezza con le ali colorate.(Immagini Afp)