Firenze, (TMNews) - Beni per 43,8 milioni, tra immobili e società in Toscana e in Calabria, auto e rapporti finanziari, sottoposti a sequestro preventivo antimafia, e 5 arresti per trasferimento fraudolento di valori. È il risultato dell'operazione contro la 'ndrangheta dei finanzieri del Comando Provinciale di Pistoia e di Firenze. L'indagine, confluita poi in un'altra autonoma della Direzione investigativa antimafia di Reggio, ha fatto luce sulle attività economiche di uno degli arrestati e della sua famiglia, un esponente della 'ndrangheta che negli ultimi 10 anni aveva allargato gli interessi in Toscana. A insospettire i finanzieri la notevole differenza tra redditi dichiarati e patrimonio dell'uomo, che aveva accumulato e gestito illecitamente beni immobili, depositi bancari, società del settore immobiliare e case di cura come quella di Gizzeria Lido, in provincia di Catanzaro. In tutto sono 29 gli immobili sequestrati tra Toscana e Calabria, 12 residenziali, 7 società e 140 rapporti finanziari.