Roma, (askanews) - Mancanza di decisioni della classe politica, sfiducia nelle istituzioni, deresponsabilizzazione di chi guida la politica nel nostro Paese. È il bilancio che emerge dal volume "Opzione zero - Il virus che tiene in ostaggio l'Italia', scritto da Francesco Delzio (edizione Rubbettino). Un libro sul "male italiano", su quello che l'autore chiama "il virus che si è impadronito delle nostre menti"."Stiamo arrivando al punto più basso di credibilità di una intera classe politica, abituata troppo tempo a fare i conti con i cittadini elettori. Affronto le varie forme di irresponsabilità dei partiti, alla mancanza di pensiero politico. Credo che stiamo arrivando rapidamente a un regolamento di conti sulla legittimazione dell'intera classe politica".Alla presentazione del volume, a Roma, è intervenuto anche l'economista Enrico Cisnetto: "L'opzione zero è quella che stiamo vivendo: purtroppo la politica non ha prospettive, guarda al day by day e attraversa una fase non solo di scarsa credibilità nei confronti dei cittadini ma anche di scarsa capacità di trovare in se stessa le risorse per guardare al futuro.