Milano, (TMNews) - L'uomo è figlio delle stelle, lo diceva Alan Sorrenti ma lo dicono anche gli astronomi, secondo i quali negli astri ci sono i mattoni della vita, ovvero quegli elementi fondamentali che hanno permesso la nascita dell'uomo sulla Terra. Una task-force composta da alcuni tra i maggiori astrofisici mondiali, si riunisce ogni due anni a Santa Tecla in provincia di Catania per la "European Summer School on Experimental Nuclear Astrophysics". sentiamo Oscar Straniero, direttore dell'Istituto nazionale di Astrofisca di Teramo."Questi elementi - spiega - sono la base, i mattoni di cui è fatto tutto quello che ci circonda e noi stessi. Il Calcio è nelle nostre ossa, il Ferro è nel nostro sangue, quindi praticamente tutto è fatto con la polvere di queste stelle"In un momento di crisi come quello attuale, assume particolare rilevanza il ruolo della scuola siciliana che sostiene studenti e ricercatori provenienti da tutta l'area del Mediterraneo, come spiega il direttore, Claudio Spitaleri"Questo - dice - è un momento particolare unico, in cui religioni diverse, nazioni e tradizioni diverse, convivono per 10 giorni, questo è anche un aspetto importante perché la scienza è universale". Quello di cui si occupano gli scienziati a Santa Tecla è lo studio della nostra eredità cosmica attraverso la conoscenza delle reazioni nucleari all'interno delle stelle, a partire dal nostro stesso Sole. Temi all'ordine del giorno anche del programma Horizon 2020 della Comissione Europea in cui l'esperienza italiana nella ricerca astrofisica giocherà un ruolo fondamentale.