Salerno, (TMNews) - "Da parte della famiglia Carrano, tutto questo a causa dello Stato. Grazie". Il manifesto è comparso a Matinella di Albanella, paese in provincia di Salerno, per annunciare la scomparsa di Nicola Carrano, 62 anni, morto suicida dopo aver perso il lavoro. Un atto di accusa dettato dal dolore e dalla disperazione dei familiari che hanno trovato l'uomo impiccato ad una trave del soffitto della sua abitazione. Inutile la chiamata al 118 che non ha potuto far altro che constatare la morte dell'operaio.L'uomo era stato licenziato circa un anno fa dalla ditta di calcestruzzi in cui lavorava da una vita. L'azienda era poi fallita e Nicola non era più riuscito a trovare un'occupazione, accumulando rabbia e frustrazione fino al gesto estremo, spiegato in una lettera lasciata ai familiari.