Trento (TMNews) - Una guida per imparare a riconoscere le piante medicinali che crescono spontaneamente nelle nostre città, lungo i marciapiedi che calpestiamo, vicino ai muri sui quali attirano a volte il nostro sguardo dirottandolo per qualche istante dalla potenza ipnotica dei cartelloni pubblicitari. E' il piccolo volumetto "Botanica Urbana" redatto da Fabrizo Zara e con l'introduzione di Michele Serra"Si tratta - spiega Zara - di una guida al riconoscimento delle piante medicinali in città, in tutte le città".Il volumetto è ricco di immagini per agevolare il riconoscimento delle diverse piante, proprio sulla scorta dei più antichi repertori botanici."Ha un radice antichissima - continua l'autore - i primi libri descrittivi erano con iconografia molto semplice, ma importantissima, l'occhio ha la sua parte di memoria".Edito da Aboca, azienda agricola produttrice di prodotti medicinali ad esclusiva vocazione naturale, "Botanica Urbana" è stato presentato al Museo di Trento nell'ambito del festival "A seminar la buona pianta". Al termine della presentazione, centinaia di persone, divise in più gruppi, hanno partecipato ad una passeggiata, accompagnati dai botanici di Aboca, per le vie cittadine alla scoperta delle piante spontanee, segno leggero ma efficace di quanto potente e irriducibile sia la natura.