Milano (TMNews) - Dall'esercito di terracotta a quello dei panda di cartapesta. Quasi duemila pupazzi del pezzato e irresistibile mammifero ursino sono sbarcati a Hong Kong per promuovere una campagna destinata alla protezione di questa specie minacciata di estinzione.L'esposizione di 1.600 panda di cartapesta all'aeroporto è la prima di una serie di eventi organizzati nella città sulla costa meridionale della Cina nell'ambito della campagna internazionale denominata "1.600 Pandas World Tour".Progettata dalla scultore francese Paulo Grangeon, l'esposizione dei panda di cartapesta ha già avuto luogo a Berlino, Parigi e Taipei.Gli organizzatori intendono proporre una serie di panda flash mob in vari punti nodali di Hong Kong tra cui Victoria Harbour, l'ippodromo di Shatin e i tram della metropoli.Video e fotografie dell'iniziativa hanno sommerso i social network di Hong Kong dopo l'inizio della manifestazione, inclusa la clip di una linea aerea locale che ha disposto sui sedili i panda di cartapesta a simboleggiare il loro sbarco.Secondo il Wwf, che inalbera l'orsetto nel suo logo, solo 1.600 panda giganti sono rimasti allo stato libero, da cui la numerazione simbolica dei pupazzi di cartapesta preparati per la manifestazione.(Immagini Afp)