Torino (askanews) - I carabinieri del Nucleo investigativo di Torino hanno arrestato Vincenzo Femia, 42 anni, latitante, ritenuto affiliato alla Ndrangheta, organico alla "Ndrina Femia", operante a Gioiosa Jonica, in provincia di Reggio Calabria. Il pregiudicato deve scontare 7 anni, 3 mesi e 21 giorni di reclusione per i reati di rapina, violazione delle leggi sulle armi e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell ambito della stessa operazione, i militari hanno denunciato un italiano di 26 anni per favoreggiamento personale, per aver ospitato il latitante presso la propria abitazione, un appartamento di Torino.

Femia, era l'ultimo ricercato della 'Ndrangheta nell'ambito dell'inchiesta Minotauro che nel 2011 portò in carcere circa 150 affiliati.

L'uomo era stato fotografato dai Carabinieri mentre usciva sul balcone dell'appartamento in cui era "ospite", in cerca di un po' di fresco in questi giorni di caldo afoso.