Con il Consumer Right sono stati disciplinati i contratti che vengono stipulati al di fuori di un locale commerciale, quindi anche quelli stipulati via telefono attraverso un call center. In base a questa direttiva europea recepita dall'Italia il contratto si intende sottoscritto solo quando viene firmato a rispedito. Ma c'è un però: se durante la conversazione con il call center l'utente rinuncia al suo diritto di poter firmare fisicamente il contratto, la sottoscrizione diventa operativa fin da subito. “Per evitare spiacevoli sorprese – consiglia Luigi Gabriele, responsabile dei rapporti istituzionali dell'associazione dei consumatori Codici.org – è sempre meglio chiedere di ricevere tutta la documentazione cartacea a casa e di firmare il documento solo dopo aver preso visione di tutte le condizioni”.