I condizionatori e il problema del “decoro architettonico”