Vincennes, (askanews) - La leader del Front National Marine Le Pen ha visitato a sorpresa il Centro di identificazione ed espulsione di Vincennes, denunciando una situazione di "inflazione" di richieste di asilo a fronte di un budget ridotto "per affrontare l'immigrazione clandestina".

"I fondi previsti per combattere l'immigrazione clandestina e concessi ai centri di identificazione sono stati ridotti - ha sottolineato Le Pen - e quindi non è possibile dire che stiamo rafforzando questo settore e che stiamo accelerando i rimpatri e allo stesso tempo che abbasseremo il budget necessario per farlo. Assistiamo a una inflazione di questa immigrazione, una inflazione della domanda di diritto d'asilo che appare come una nuova filiera di immigrazione clandestina - aggiunge Le Pen - in secondo luogo è un nuovo settore di immigrazione clandestina che diventerà legale perché tra gli appelli e le decisioni non rispettate, alla fine tutte queste persone rimangono sul territorio nazionale".