Molti aspetti del fallito colpo di stato del 15 luglio in Turchia restano oscuri, ma il presidente Recep Tayyip Erdogan pare certo di una cosa: che sia stato un vecchio predicatore che vive a oltre 8.000 km di distanza in Pennsylvania a ordire la rivolta. Il Financial Times si è recato a Saylorsburg per rintracciare l'imam incriminato: Fethullah Gülen. Il Golden Generation Worship and Retreat Center ospita Gülen dal 1999, quando vi si autoesiliò.