Washington (askanews) - Torna la protesta artistica contro Donald Trump. Sulla facciata del Trump International Hotel di Washington sono state proiettate una serie di scritte contro il presidente degli Stati Uniti.

Si tratta della nuova installazione ideata dall'artista e attivista Robin Bell che accusa apertamente Trump di razzismo e di essere un simpatizzante del nazismo.

"Il presidente degli Stati Uniti è un riconosciuto razzista e un simpatizzante del nazismo. Questa non è un'esercitazione. Siamo tutti responsabili, dobbiamo mobilitarci per fermare la supremazia bianca. Resistere".