Baton-Rouge, Louisiana (askanews) - Si aggrava il bilancio delle vittime provocate dalle piogge torrenziali che dallo scorso fine settimana si abbattono sulla Louisiana. Le alluvioni in questa porzione sud-orientale degli Stati Uniti hanno già provocato 11 morti e 40mila sfollati mentre sono 8.000 le persone che hanno dovuto trovare alloggio nei campi tendati allestiti dalle autorità. In venti circoscrizioni è stato dichiarato lo stato di calamità naturale.

Intanto, il servizio meteorologico nazionale ha diramato nuovi allarmi dopo cinque giorni di piogge incessanti che hanno messo in ginocchio la regione, un evento definito straordinario e che si verifica assai raramente. Si tratta infatti di un livello di precipitazioni senza precedenti, come ha dichiarato il governatore John Bel Edwards, avvertendo che l'ondata di maltempo non si è ancora esaurita.

Nelle zone evacuate si sono registrati atti di sciacallaggio e molte municipalità hanno imposto il coprifuoco per ridurre i danni e per consentire alle squadre di soccorso di muoversi con maggiore facilità. Almeno dieci persone sono state arrestate.

(Immagini Afp)